SINDROME PREMESTRUALE E ALIMENTAZIONE VEGETARIANA

Un articolo sulla sindrome premestruale e l’impatto positivo della dieta vegetariana del Dott. Murray, uno dei più famosi medici americani che si occupa di medicina funzionale e di naturopatia
In sintesi i sintomi della sindrome premestruale sono causati da uno squilibrio nel rapporto estrogeni progesterone con un eccesso relativo degli estrogeni da 5 a 10 giorni prima del ciclo inoltre vi è spesso un eccesso di prolattina e una riduzione degli ormoni tiroidei. Lui raccomanda di ridurre netamente le proteine animali a favore di una dieta ricca in vegetali, fibre, legumi e cereali (integrali). le donne vegetariane espellono con le feci 2-3 volte più estrogeni e soprattutto hanno il 50% in meno di estrogeni liberi rispetto alle onnivore. Inoltre raccomanda di ridurre caffeina, sale e aumentare invece il consumo di fitoestrogeni e vit. B6, tra i tanti rimedi.

What is Premenstrual Syndrome?

Premenstrual syndrome (PMS) is a recurrent condition of women, characterized by troublesome symptoms seven to fourteen days before menstruation. Typical symptoms include: decreased energy level, tension, irritability, depression, headache, altered sex drive, breast pain, backache, abdominal bloating, and edema of the fingers and ankles. Severe PMS, with depression, irritability, and extreme mood swings, is referred to as premenstrual dysphoric disorder.

What causes Premenstrual Syndrome?

Although there is a wide spectrum of symptoms, there are common hormonal patterns among PMS patients compared to women who have no symptoms of PMS. The primary finding is that estrogen levels are elevated and plasma progesterone levels are reduced five to ten days before the menses, or the ratio of estrogen to progesterone is increased. In addition to this hormonal abnormality, hypothyroidism and/or elevated prolactin levels are common.

What dietary factors are important in Premenstrual Syndrome?

Reduce or eliminate the amount of animal products in the diet, and increase consumption of fiber-rich plant foods, including fruits, vegetables, grains, and legumes). Vegetarian women have been shown to excrete 2-to-3 times more estrogen in their feces and have 50 percent lower levels of free estrogen in their blood than omnivores. These differences are thought to be a result of the lower fat and higher fiber intake of vegetarians.

Considerable evidence suggests that caffeine consumption is strongly related to the presence and severity of PMS. Therefore, caffeine must also be avoided by women with PMS. The effect of caffeine is particularly significant in the psychological symptoms associated with PMS, such as anxiety, irritability, insomnia, and depression. If breast tenderness and fibrocystic breast disease are the major symptoms as caffeine has an adverse effect on the way estrogen stimulates breast tissue.

There is also evidence phytoestrogens may exert a balancing effect when estrogen levels are high as is commonly seen in the premenstrual syndrome (PMS). The consumption of soy foods is the most economical, and possibly the most beneficial, way to increase the intake of phytoestrogens. Vitamin B6 also has an affect on the metabolism of estrogen. Vitamin B 6 is high in yams, leafy green vegetables and legumes.

Excessive salt (sodium chloride) consumption, coupled with diminished dietary potassium, greatly stresses the kidneys’ ability to maintain proper fluid volume. As a result some people are “salt-sensitive,” in that high salt intake causes high blood pressure or, in other cases, water retention. In general, it is a good idea to avoid salt if you have PMS. If you tend to notice more water retention during the latter part of your menstrual cycle, reducing your salt intake is an absolute must.
Dr.Murray.com

foto di Daniele Santagà.
Pubblicato in Naturopatia, News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Commenti recenti
  • Daniele Santagà { Per la fibromialgia è proprio una delle indicazioni maggiori inizialmente ne può prendere tre al giorno una pranzo una a cena e una colazione per... } – 10 dic 2018 14:34
  • Iuliana { Flosigen Può essere presso per la Fibromialgia? Grazie Iuliana } – 10 dic 2018 13:58
  • Daniele Santagà { Non ci sono particolari controindicazioni della fase acuta se ne prendono anche per una colazione alla pranzo e cena per notturna di che invece più... } – 1 dic 2018 18:11
  • piero { per dolori e limitazione di movimento a livello osteo-articolare vorrei cortesemente sapere come procedere per un'assunzione di flogisen a cicli e se il prodotto presenta... } – 1 dic 2018 12:16
  • Daniele Santagà { Buongiorno ho parlato con il tecnico, e ha visto dal suo computer che non appare sua la mail ne di nessun altro perchè word press... } – 12 ott 2018 11:24
  • Giovanni { La ringrazio per la risposta. Molto importante per me. Vorrei segnalare che quando mi collego al suo sito continuo a leggere nei vari argomenti da... } – 12 ott 2018 09:04
  • Daniele Santagà { Assolutamente sì lo può aprire le capsule non sono gastroresistenti l'unico problema tuttalpiù sarà il gusto lo può prendere anche con un minimo di succo... } – 11 ott 2018 18:17
  • Giovanni { Vorrei assumere il Flovigen ma non riesco a deglutire le capsule. Posso svuotare il contenuto e prenderlo con l'acqua senza compromettere la sua efficacia? Nel... } – 11 ott 2018 17:13
  • Grazia { Grazie tante per avermi risposto le volevo chiedere un’altra cosa se non le dispiace, dopo quanti giorni di assunzione di epadx inizia a far effetto??? } – 9 ott 2018 12:39
  • Daniele Santagà { Assolutamente si epadx non ha interferenze von i farmaci men che meno con i prodotti omeopatici ed e indicato nelGilbert } – 9 ott 2018 11:19
  • Older »