Tui-na e micromassaggio cinese

INTRODUZIONE

Le tecniche del micromassaggio cinese e del tui-na hanno origini antichissime, si valuta più di 5000 anni. I cinesi hanno perfezionato e raffinato delle manualità specifiche per manipolare l’energia. L’energia scorre nel corpo umano con dei percorsi precisi e definiti, detti canali o meridiani. Ogni canale ha dei punti di contatto con il corpo fisico. Tali punti sono i punti dell’agopuntura. Nel corpo esistono 365 punti disposti lungo 12 canali simmetrici destra e sinistra del corpo. Le tecniche del massaggio energetico cinese ( Tui-Na e Micromassaggio Cinese) servono a “muovere “ l’energia nei canali. Se l’energia fluisce liberamente nei canali, la salute e il benessere sono assicurati. Viceversa se a causa di tensioni psichiche, alimentazione errata o climi intensi ( freddo, umido, vento, caldo e secco) l’energia si blocca o viene consumata allora il corpo fisico manifesterà la malattia. Lo scopo di queste tecniche è quello di rimuovere i blocchi e di inviare energia nelle aree più carenti, ribilanciando e armonizzando l’energia nel corpo.

LO YIN E LO YANG

Con questi termini i cinesi hanno definito gli aspetti opposti e complementari dell’energia. Per capire al meglio queste definizioni è bene rifarsi al significato originale di queste due parole, che i cinesi hanno espresso in due ideogrammi molto semplici e sintetici. Anziché imparare delle lunghe tabelline a memoria su cosa è definito yin piuttosto che yang, è molto più semplice e utile rifarsi al concetto, al modello yin-yang.

Nell’antico ideogramma lo Yin veniva definito come il “lato ombroso o lunare della montagna” mentre l’ideogramma Yang stava a significare il “lato soleggiato della montagna”. Gli antichi cinesi , da attenti osservatori dei fenomeni naturali hanno classificato questi due modi complementari e opposti delle manifestazioni energetiche. L’energia è una , ma si manifesta in maniera ciclica in due modi opposti. Di giorno vi sarà il CALORE, il MOVIMENTO, l’ESPANSIONE. Di notte vi sarà la manifestazione opposta cioè il FREDDO, la STASI e la CONTRAZIONE. Quindi su questi principi è possibile classificare una manifestazione patologica dell’energia quale una cefalea vasomotoria ( dolore pulsante al capo, aggravato dalla luce e dal movimento, migliorato dal riposo, dal buio e dal freddo) come un’espressione di energia Yang in eccesso. Viceversa è possibile classificare una contrattura muscolare, una rigidità muscolare ( Contrazione, stasi e zona con minor afflusso di sangue e quindi più fredda) come una manifestazione patologica di un’energia Yin in eccesso. La classificazione delle manifestazioni patologiche come espressioni di un eccesso di una energia a scapito dell’altra indica anche la “terapia” energetica, ovverosia uno Yang in eccesso ( Caldo, espansione, movimento) andrà raffreddato viceversa uno Yin eccedente ( contrazione, freddo, stasi) andrà riscaldato. Questi semplici concetti di base costituiscono le fondamenta della “diagnosi energetica” della Medicina Cinese.

Queste due energie pervadono il corpo umano secondo un movimento definito, conoscere tale movimento è fondamentale se si vuole apportare una correzione, un riequilibrio in caso di blocco o carenza. L’energia Yin nasce dalla terra e attraversa il corpo, formando i meridiani o canali Yin , dalla pianta del piede per poi risalire lungo la parte interna della gamba fino all’addome e al torace. L’energia Yang, scende dal cielo e forma i meridiani Yang a partire dalla sommità del capo e dalla parte esterna delle mani per poi scendere lungo l’esterno delle braccia, tutta la schiena fino ad arrivare all’esterno del piede. Questa concezione energetica diversifica l’andamento delle tecniche di massaggio cinese a seconda dei meridiani da trattare, quindi ad esempio non è anomalo trattare la schiena dalla cervicale al sacro, mentre nel massagio classico svedese tutte le manovre vanno dalla periferia al centro. Nel Tui-Na Micromassaggio cinese è fondamentale rispettare tali tragitti, eseguire le manovre al contrario significherebbe disperdere, frenare il movimento  dell’energia anziché stimolarla. L’energia Yang è un tipo di energia calda e scorre dall’alto al basso, l’energia Yin è un’energia fresca e scorre dai piedi alla testa, perciò in Medicina Cinese un equilibrio ottimale di queste due energie viene letto quando la persona ha i piedi caldi e la testa fresca. Molto spesso invece accade che le persone abbiano i piedi freddi, il che equivale ad un ristagno di energia Yin nel basso o ad una carenza di energia Yang che non è arrivata ai piedi. Altre persone soffrono di cefalee, vampate di calore in alto, viso arrossato, occhi arrossati ecc. questo sta a significare un ristagno di energia Yang in alto o una carenza di movimento di energia Yin che non giunge in alto. Spesso può accadere che si soffra contemporaneamente di queste due manifestazioni.

LE DISARMONIE ENERGETICHE

Le cause che possono alterare il flusso energetico corretto risiedono in diversi fattori. La medicina cinese riconosce soprattutto tre cause di squilibrio. L’alimentazione, i cinesi parlano di sapori, la psiche e i fattori ambientali, caldo, freddo, umido, vento e secco. Questi fattori se non equilibrati possono causare dei fenomeni da ECCESSO quali cefalee, occhi arrossati, allergie, tachicardia, ipertensione ecc. o fenomeni da CARENZA quali l’astenia, il freddo, i deficit funzionali a carico dei vari organi e visceri.

IL MICROMASSAGGIO CINESE

La metodica chiamata Micromassaggio cinese fu ideata in Francia da Borsarello e da altri agopuntori, in Italia giunse con il Professor Ulderico Lanza, il padre dell’agopuntura in Italia con cui ho avuto la fortuna e l’onore di formarmi nelle discipline dell’energetica tradizionale cinese.

Questa metodica consiste nel trattare specificamente i punti di agopuntura con tecniche di dispersione o tonificazione e con delle manovre di spinta nel verso dei meridiani. Attualmente questa tecnica viene praticata da pochi esperti in medicina cinese, quali il dottor Rudy Lanza figlio d’arte, il Dott. Caspani, il Dott. Brigo e pochi altri. E’ una tecnica semplice nella sua applicazione tecnica ma richiede una precisa valutazione dello squilibrio energetico da riequilibrare. Vista l’azione precisa sui punti e sui meridiani a pieno titolo può essere definita come “L’agopuntura senza aghi”.

IL TUI-NA

Il Tui-Na è il massaggio cinese. La parola TUI significa spinta e la parola NA significa afferrare. Queste sono due delle numerose tecniche del TUI_NA. Questo massaggio viene sempre eseguito secondo i dettami della medicina cinese. Si fa sempre una valutazione energetica e poi si scelgono le tecniche più adatte a correggere gli squilibri. Alcune tecniche sono del tutto simili a quelle del massaggio classico svedese, quali la frizione, l’impastamento, le spinte, le pressioni ecc. altre sono del tutto peculiari di tale metodica quali il rotolamento eseguito con le nocche delle dita (tecnica Gun-Fa in foto) o la spinta con vibrazione del solo pollice ( Yi-chi-chan-tui-fa) che può essere eseguita in aree interdette al massaggio classico quali gli spazi intervertebrali. E’ un massaggio in genere vigoroso ed energico pur sempre rispettando la costituzione individuale.

tuina

Pubblicato in Osteopatia
2 commenti su “Tui-na e micromassaggio cinese
  1. sandro rosselli scrive:

    Ciao Daniele sarei interessato ai corsi di micromassaggio.Ti chiedo se tieni corsi di micromassaggio in toscana.Sandro

    • Daniele Santagà scrive:

      Ciao io insegno micromassaggio presso l’Istituto Rudy Lanza quest’anno abbiamo in programma un corso tui-na e micromassaggio a Roma se non ricordo male, dovresti consultare il sito della scuola e ciedere a loro naturopatia.it. Ciao e grazie Daniele

Rispondi a Daniele Santagà Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Commenti recenti
  • Daniele Santagà { Buongiorno ho parlato con il tecnico, e ha visto dal suo computer che non appare sua la mail ne di nessun altro perchè word press... } – 12 ott 2018 11:24
  • Giovanni { La ringrazio per la risposta. Molto importante per me. Vorrei segnalare che quando mi collego al suo sito continuo a leggere nei vari argomenti da... } – 12 ott 2018 09:04
  • Daniele Santagà { Assolutamente sì lo può aprire le capsule non sono gastroresistenti l'unico problema tuttalpiù sarà il gusto lo può prendere anche con un minimo di succo... } – 11 ott 2018 18:17
  • Giovanni { Vorrei assumere il Flovigen ma non riesco a deglutire le capsule. Posso svuotare il contenuto e prenderlo con l'acqua senza compromettere la sua efficacia? Nel... } – 11 ott 2018 17:13
  • Grazia { Grazie tante per avermi risposto le volevo chiedere un’altra cosa se non le dispiace, dopo quanti giorni di assunzione di epadx inizia a far effetto??? } – 9 ott 2018 12:39
  • Daniele Santagà { Assolutamente si epadx non ha interferenze von i farmaci men che meno con i prodotti omeopatici ed e indicato nelGilbert } – 9 ott 2018 11:19
  • Grazia { Salve dott mio figlio soffre della sindrome di Gilbert sta prendendo in questo momento Licopodium 5 ch nux vomica 5 ch 3 granuli al di’... } – 9 ott 2018 10:48
  • FRANCESCA { Buongiorno, vorrei sapere se posso dare Allergo win a mia figlia 13 anni, allergica a polvere e noci.L'autunno per lei è devastante in più da... } – 5 ott 2018 09:11
  • Michela Milani { Buon giorno sto assumendo il prodotto da 2 mesi.. vorrei sapere ogni quanto si deve interrompere e x quanto o se semplicemente si può continuare... } – 17 set 2018 12:57
  • Daniele Santagà { È adatto ai celiaci lo può utilizzare } – 10 set 2018 14:09
  • Older »